20 marzo – Presentazione Rapporto annuale 2017-2018

Martedì 20 marzo – ore 17.30
c/o Libreria Ubik – via Irnerio 27 a Bologna

I gruppi Amnesty di Bologna (Gruppo Italia 019, Gruppo Unibo e Gruppo Liceo Minghetti), in collaborazione con la Libreria Ubik Irnerio, presentano il Rapporto annuale 2017-2018 di Amnesty International, il più grande lavoro di ricerca sullo stato dei diritti umani nel mondo.

Presenta e dialoga con il pubblico Riccardo Noury – portavoce di Amnesty Italia

Il Rapporto annuale 2017-2018 di Amnesty International, pubblicato in Italia da Infinito Edizioni, fornisce la più completa analisi della situazione globale dei diritti umani in 159 schede-Paese, accompagnate da una serie di approfondimenti e panoramiche regionali. Il 2017 ha mostrato ancora una volta le gravissime conseguenze per i diritti umani che le politiche di demonizzazione producono quando diventano la tendenza dominante. Il mondo sta raccogliendo i terribili frutti della retorica intrisa d’odio che ha dominato nelle politiche di leader mondiali come al-Sisi, Duterte, Maduro, Putin, Trump e Xi: milioni di persone sono a rischio a causa delle loro spietate politiche. Altre gravissime violazioni dei diritti umani hanno visto nel 2017 una recrudescenza: i conflitti, alimentati dal commercio internazionale di armi, continuano ad avere effetti devastanti sui civili. I leader dei Paesi ricchi hanno continuato ad affrontare la crisi globale dei rifugiati con elusione e insensibilità; in zone dell’Europa e dell’Africa, lo spettro dell’odio e della paura ha caratterizzato gran parte delle elezioni; la retorica della sicurezza nazionale e dell’antiterrorismo ha continuato a fornire una giustificazione ai governi che cercavano di cambiare l’equilibrio tra poteri dello stato e libertà personali.

Nel 2017, peraltro, l’impegno delle attiviste e degli attivisti di Amnesty in tutto il mondo ha contribuito al raggiungimento di importanti vittorie, tra cui – solo per fare qualche esempio – l’eliminazione del divieto totale d’aborto in Cile, i passi avanti verso il matrimonio egualitario a Taiwan e il blocco degli sgomberi forzati ad Abuja, la capitale della Nigeria.

La battaglia per i diritti umani non è mai vinta definitivamente, in nessun luogo e in nessun momento storico: «Siamo entrati nel 70° anniversario della Dichiarazione universale dei diritti umani, eppure è fuori di dubbio che i diritti umani non possano essere dati per scontati da nessuno di noi» ha dichiarato Salil Shetty, Segretario generale di Amnesty International.

Durante l’incontro in libreria sarà possibile firmare gli appelli di Amnesty in difesa dei diritti umani.

Vi aspettiamo numerosi!

I commenti sono chiusi.

Blog su WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: